07152019Headline:

A Bitritto i diritti dell’infanzia si fanno musica e canto

Un momento del concerto con i Sudcontrocanto

Un momento del concerto con i Sudcontrocanto

A BITRITTO I DIRITTI DELL’INFANZIA SI FANNO MUSICA E CANTO

di Giuseppe Antonelli

Brioso e piacevole concerto quello dell’altra sera nell’Auditorium del Purgatorio a Bitritto.

15 gradevoli brani eseguiti dall’Ensemle strumentale e corale Nova Artistudium, l’Associazione culturale che si avvia a celebrare il suo ventennale di attività.

Il concerto dal significativo titolo “La speranza si fa canto”, si inserisce nel progetto musicale avviato dall’associazione nel 2013, “Diritti a tutto canto”.

L’idea originale a base del progetto è che tramite la musica e il bel canto si possono evocare i diritti dell’infanzia. Infatti, il filo rosso che ha legato i vari brani utilizza un percorso musicale che rimanda alla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia del 1989.

Molto interessante la felice intuizione di precedere i brani eseguiti dal Coro di voci bianche dalla lettura di alcuni articoli della Convenzione stessa.

Al coro di voci bianche brillantemente diretto dalla Maestra Grazia Albergo, ha fatto seguito il Coro giovanile Imelda Cowdrey che ci ha ricordato in musica che “nessun uomo è un’isola”.

E’ seguito il Coro dei seniores di Sudcontrocanto con un poderoso pucciniano “Nessun dorma” e ribadendo con Bacharach che “adesso ciò di cui il mondo ha bisogno è l’amore”.

La perfetta esecuzione l’ensemble la raggiunge, quando fondendosi in un unico coro, magistralmente condotto dal Maestro Donato Falco, esegue due brani che rievocano tolleranza, pace e libertà e chiude con un originale arrangiamento di “Meraviglioso”, l’indimenticabile brano di Domenico Modugno, ……. perché cosa c’è di più “meraviglioso se non l’abbraccio di un bambino”. Ecco eravamo partiti proprio da qui,… dai bambini con quel filo rosso che ha tessuto tutta la trama della bella serata.

Il concerto rientra nella rassegna Estate Bitrittese organizzata dal Comune di Bitritto rappresentato dal Vice Sindaco, Nicola Montenegro, e dalla Consigliera Maria Loconte.

What Next?

Recent Articles