07152019Headline:

povera gente ma onesta

Povera gente ma onesta_volantino avviso

POVERA GENTE MA ONESTA, QUELLI DELL’UNIVERSITA’ DELLA TERZA ETA’ E DEL TEMPO LIBERO DI BITRITTO

di Giuseppe Antonelli

La Commissione Europea ha denominato i prossimi anni quelli “dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni”.

A Bitritto si è avuto un saggio del raggiungimento di questo obiettivo comunitario grazie ai magnifici attori, veracemente dilettanti, che per due sere hanno riempito e divertito il teatrino dell’Istituto Sacro Cuore di via Verga.

Erano gli “studenti” della Università della Terza Età e del Tempo libero di Bitritto che sprizzavano giovialità e voglia di vivere nell’interpretare una brillante e spiritosa commedia di Giuseppina Cattaneo dal titolo “Povera gente ma onesta” con la regia di Ciro Marcello Potenza, in scena anche nei panni del dott. Pazienza.

È la briosa storia di due coppie mature, ma povere, di un piccolo paese di provincia (guarda caso proprio Bitritto), che vedono interrompere la loro monotonia quotidiana con l’arrivo di nuovi vicini di casa, più facoltosi e provenienti dalla vicina città capoluogo. È attorno ad esilaranti paradossi tra i tic dei poveri provinciali e gli esibizionismi dei benestanti nuovi arrivati metropolitani che si snoda la divertente parodia che mette a confronto un espediente teatrale molto classico e collaudato: quello della povertà, dignitosa ed onesta e quello della ricchezza, ostentata e disonesta.

Al piacevole esito finale dei tre atti ha contribuito l’efficacia nella scelta dei personaggi, ben immedesimati nella parte; i costumi e l’ambientazione che riecheggiavano molto, nella trama  e nei dialoghi, il nostalgico classico barese  Jarche Vasce.

Quella della recitazione e drammatizzazione è una delle tante attività che l’Università della Terza Età e del Tempo Libero di Bitritto (occorre quanto prima darle un nome!) svolge da dodici anni nel nostro paese con una adesione di oltre 130 cittadini bitrittesi. La variegata attività formativa dell’UTE (riscoperta delle tradizioni popolari, gastronomiche e religiose locali; storia dell’arte; nozioni di medicina e primo soccorso; benessere psicologico; ballo e ginnastica leggera; alfabetizzazione informatica; apprendimento della lingua inglese; recitazione e drammatizzazione; scrittura creativa; turismo sociale) è quindi, dunque, in perfetta sintonia con gli obbiettivi dell’Unione Europea finalizzati all’invecchimento attivo, utile alla società, conservando la buona salute. La persona anziana, malgrado i tanti tentativi che tendono a rimuovere la “memoria” storica, rimane soggetto determinante per ogni società libera, aperta e tollerante. L’Università della Terza Età di Bitritto da ben dodici anni è su questa strada, instancabilmente guidata da Ada Pacella (Presidente) e da Eva Carrieri (Vice Presidente). Il consenso e l’entusiasmo registrato in queste due sere fa ben sperare per altri lusinghieri risultati e per altri lunghi anni …… sempre rimanendo attivi, in buona salute e ….. onestamente !!!

Personaggi e interpreti:

GIACOMA anziana mamma di Maria               Teresa Casadibari

MARIA moglie di Antonio                               Raffaella Angiuli, Simonetta Buono, Nancy Tanzi

ANNA moglie di Giovanni                                Tina Tamborrino e Pina Capriati

ANTONIO marito di Maria                               Nicola Leone

GIOVANNI marito di Anna                              Donato Schiavone

FRANCESCO CHIESA, farmacista, marito di Giuseppa Antonio Indelli

GIUSEPPA moglie di Francesco Chiesa            Marilù Bitetti e Maria Santacroce

MARILISA domestica di casa Chiesa                Mirella Di Bari

ISIDORA amica di città e mamma di Carlino     Ada Pacella

CARLINO figlio di Isidora                                Domenico Mercadante

LEONE GATTI Commissario                                     Massimo Spedicato

CASIMIRO Segretario del Commissario Leone Antonio Pasquale

Dott. PAZIENZA                                                         Ciro Marcello Potenza

 

 

11112860_440204062812195_8826250284100238332_n

What Next?

Recent Articles